PERICOLOSISSIMO PER IL NASCITURO

CON IL SISTEMA PERIMETRALE AUTOMATICO MSP

QUESTO PERICOLO NON ESISTE

Zika (ZIKV) è un virus assai noto. Identificato per la prima volta nel 1947 da una scimmia che vive appunto nella foresta Zika dell'Uganda. Nel 1952 è stato poi isolato nell’uomo in Uganda e poi in Tanzania e da lì è iniziata la diffusione nella nostra specie. La disinfestazione delle zanzare risulta praticamente indispensabile.E' dimostrato che non esiste il contagio diretto da persona a persona ma purtroppo non si può escludere invece la possibilità di trasmissione del virus dalla gestante infetta per via perinatale (nel periodo cioè tra la 29ª settimana di gestazione e i primi 28 giorni dopo il parto) ed anche sessuale da un individuo che contenga il virus nello sperma.

Il vettore potenzialmente più efficace per la trasmissione è Aedes albopictus, meglio conosciuta come “zanzara tigre”. 

Introdotta dal 1990 con i pneumatici usati ed attualmente diffusa in tutto il nostro paese.

Se questa zanzara si dovesse adattare a trasportare anche ZYKV, potrebbe esserci il rischio anche da noi di contrarre la malattia.

ZIKV è in grado di causare, dopo circa 3-14 giorni dalla puntura, sintomi che nella maggior parte dei casi si risolvono spontaneamente, quali febbre, dolori muscolari o alle articolazioni, eruzioni cutanee, congiuntivite o dolore retro-orbitario, spossatezza.

Dal 2014 ad oggi in Sud America, dove ZIKV ha provocato oltre 3.900 malformazioni fetali (microcefalia) e numerosi casi di encefalite, paralisi e disturbi della vista. Il legame del virus con le malformazioni fetali, aumentate soprattutto in Brasile di circa 20 volte, non è comunque ancora stato confermato. Vi è tuttavia evidenza che il virus si trasmette da madre a figlio e passa attraverso il liquido amniotico.

  • Facebook Social Icon